,

Il quartiere La Latina si trova nella zona centrale di Madrid. Occupa gran parte dell’area più antica della città, che una volta era considerata periferia, ed è molto vivace, nonostante sembri essere lontana dalle zone più turistiche. 

Il suo nome deriva da un personaggio storico, la scrittrice e umanista Beatriz Galindo, conosciuta con il soprannome La Latina, perché fu insegnante dei figli di Isabella La Cattolica, regina di Castiglia. 

Questo quartiere popolare rivela ancora una conformazione urbana tradizionale fatta di vie medievali tortuose e di piazze a pianta irregolare. Sopravvivono ancora alcuni edifici molto antichi, mentre altri risalgono al periodo ottocentesco, caratterizzati da numerose finestre e stretti balconi in ferro battuto. È una località perfetta per chi desidera camminare anche senza meta, ricca di taverne tradizionali e mercatini in cui curiosare, tra cui il caratteristico Mercato La Cebada

La presenza di mercati è dovuta anche alla sua antica tradizione commerciale. Infatti, nella Madrid di un tempo, La Latina era un’area in cui alloggiavano molti commercianti che giungevano in città per vendere le loro merci. 

Il quartiere è semi-pedonale e ben collegato tramite i trasporti pubblici. Da qui passano le linee M1 e M5 della metropolitana, inoltre ci sono autobus diurni e notturni. 

Section0-image1

Non abbiamo disponibilità in questo quartiere

Se sei flessibile, scopri queste offerte

Cosa vedere e cosa fare

Se ti trovi a La Latina, mentre passeggi tra le sue viuzze e assapori la quotidianità della vita madrileña, ci sono una serie di attrazioni artistiche e culturali che meritano di essere visitate. 

Iniziamo con la Real Basilica de San Francisco el Grande, che risale al XVIII secolo e vanta la cupola più grande di Spagna e la quarta in Europa. Importante luogo di culto cattolico che si affaccia su Plaza de San Francisco. Al suo interno c’è anche il museo in cui è conservata un’importante collezione di quadri, per esempio alcune opere del famoso pittore Goya. 

Un’altra chiesa da vedere è la Chiesa di San Andrés, non molto conosciuta dai grandi gruppi di turisti, per questo è un luogo tranquillo e piacevole da visitare. Ha una bellissima cupola, vetrate colorate e decorazioni che ti lasceranno a bocca aperta. 

Procediamo con il Museo de San Isidro in cui è esposto il patrimonio archeologico di Madrid: dalle tracce materiali a quelle sociali e anche spirituali delle culture che hanno popolato il territorio. Questa collezione comprende un gran numero di periodi storici, dal Paleolitico fino ai tempi più moderni. 

Section1-image1
Section1-image2

Tra un giro e l’altro ti ritroverai anche davanti alla Porta di Toledo, le cui origini risalgono al periodo di Napoleone Bonaparte. Quasi ogni quartiere di Madrid possiede la propria porta, questo perché in passato era presente una muraglia che cingeva quella che era la cittadella, oggi il centro storico, a cui era possibile accedere solo attraverso quelle porte. 

Oltre a edifici e monumenti, a La Latina si trova anche il Parco de las Vistillas, un’area verde con alberi, fontane, statue, aiuole e sentieri da passeggio. Questi sono dei giardini poco frequentati dai turisti, ma molto dagli abitanti soprattutto all’ora del tramonto. Da qui, infatti, si può godere di una meravigliosa vista sulla Cattedrale dell’Almudena a fare da sfondo. 

Un’altra occasione ideale da vivere in questo quartiere è durante le feste tradizionali di Madrid, come la Verbena de la Paloma e la Festa di San Isidro. Durante queste manifestazioni sono previsti canti e danze tipiche a cui partecipano i veri madrileñi.

Dove mangiare e bere

La Latina è il quartiere in cui l’arte delle tapas è maggiormente diffusa, cioè i piattini da aperitivo con cui accompagnare un buon drink.  

Sono tantissimi i bar e le taverne in cui puoi gustare queste cene in stile spagnolo, bere buona birra o sorseggiare cocktail. In particolare nelle vie Cava Baja o Cava Alta, le due più conosciute proprio per il numero di locali, pub, trattorie e ristoranti specializzati in tapas e frequentati dagli abitanti della zona. 

In particolare Cava Baja, che si estende da Plaza de la Puerta Cerrada fino alla Plaza del Humilladero, ospita la maggior parte delle taverne. Sono rimaste cinque antiche locande: San Isidro, El Dragón, El León de Oro, San Pedro (Mesón del Segoviano) e la Posada de la Villa. 

Una caratteristica del quartiere è anche la sua versatilità che incontra all’incirca i gusti di tutti, ci sono locali specializzati nella preparazione delle crocchette, altri in quella delle patate (papas bravas) e altri ancora nelle tapas di pesce, tra cui calamari e alici. Ma in ogni ristorante del quartiere troverai una ricca selezione di tutte queste opzioni senza rischiare di rimanere deluso. Inoltre, è qui che potrai assaggiare le migliori uova fritte della città. 

Section2-image1
Section2-image2

Ecco i nomi di alcuni dei ristoranti a La Latina da provare: Ástor gastro-place, il menù è vario e puoi trovare preparazioni nazionali e internazionali; La Musa Latina, cucina incentrata su prodotti locali e proposta di un menù degustazione; Restaurante Argentino El Camoatí, per cambiare tipo di cucina e spaziare verso stufati tradizionali argentini, empanadas e carni alla griglia. E ancora: Taberna La Concha, sapori semplici e casalinghi che accompagnano un’interessante carta dei vini; Juana la Loca, piatti tipici in un locale moderno e chic. 

In quasi tutti i ristoranti puoi mangiare la paella ma eccone alcuni in particolare: Restaurante el Madroño, Amar la mar, Rincón de Ati, Abuela Herminia - Parrilla Argentina y paellas, Los Secretos de Lola Restaurante, Taberna Salamanca. Tra le terrazze spicca El Viajero, mentre tra i caffè tipici Café del Nuncio.  

Anche la vita notturna è molto vivace, anche se meno trasgressiva rispetto ad altri quartieri. I locali sono più piccoli e semplici, ma aperti fino a tardi soprattutto nel weekend. 

Section3-image1

Dove fare shopping

Uno dei punti di riferimento del quartiere è il Mercato de la Cebada, uno dei più grandi mercati alimentari di Madrid, che si trova nell’omonima piazza. È una struttura a due piani che propone bancarelle di prodotti freschi di tutti i tipi, dagli ortaggi, alla carne, al pesce, ai salumi, fino alle bancarelle di abbigliamento e all’oggettistica. 

Un’altra delle principali attrazioni di La Latina è il Mercato del Rastro, aperto nei fine settimana e nei giorni festivi, ma una meta degli abitanti soprattutto la domenica, quando si trovano le migliori offerte. Questo mercato all’aperto è frequentato anche dai turisti e ci sono bancarelle di ogni tipo, di oggetti vintage, di antiquariato, cornici e quadri e così via. 

Nel quartiere ci sono anche negozi di usato e articoli di seconda mano aperti durante la settimana. Sono ottimi se hai voglia di trovare qualcosa di particolare e a prezzi più economici rispetto ai quartieri più turistici di Madrid. 

Da non perdere al Rastro, ma in generale quando ti trovi in Spagna, sono i churros, i dolcetti fritti che puoi scegliere di abbinare al cioccolato al latte, bianco o al dulche de leche. Un indirizzo adorato dalla gente del posto è la Churrería Santa Ana, dove troverai churros e cioccolata calda anche da asporto. 

Section3-image2

Qualche domanda

Hai altre domande?

I quartieri di Madrid

Barrio Salamanca

Banner-banner

Malasaña

Banner-banner

Barrio de las Letras

Banner-banner

Barrio Chueca

Banner-banner

Paseo de la Castellana

Banner-banner

Lavapiés

Banner-banner

Calle de Santa Isabel

Banner-banner

Entrevías

Banner-banner

Los Bulevares

Banner-banner