,

Il Barrio de las Letras, cioè il quartiere letterario di Madrid, si trova proprio nel cuore della città. A delimitare l’area sono Calle de la Cruz, Carrera de San Jerónimo, Plaza de las Cortes, Calle del Prado, Calle del León e Calle de Atocha.  

Deve il suo nome proprio all’attività letteraria che si svolgeva nei secoli XVI e XVII. Da qui sono passati alcuni dei più importanti scrittori spagnoli del secolo d’oro: Cervantes, Lope de Vega, Quevedo, Tirso de Molina o Góngora. Infatti, ci sono molte strade e piazze del quartiere che portano i loro nomi. 

La mappa del Barrio de las Letras è composta da stradine che portano alla scoperta di zone silenziose e palazzi signorili fino a quelle caratterizzate da edifici storici più bassi e una varietà di bar e locali. Infatti, nel Novecento il processo di evoluzione urbana ha portato ad una concentrazione in questa zona della movida e della vita notturna di Madrid. Ma è anche una zona intensamente dedicata all’arte, nei suoi dintorni ci sono molti dei musei della città. 

Dal 2008 il quartiere è diventato Area residenziale prioritaria e sono state ampliate le zone pedonali. Il traffico stradale è molto limitato in gran parte delle vie ad eccezione dei residenti, dei trasporti pubblici o in caso di emergenza. 

Section0-image1

Non abbiamo disponibilità in questo quartiere

Se sei flessibile, scopri queste offerte

Cosa vedere e cosa fare

Perdersi per le vie del Barrio de las Letras è il modo migliore per visitare il quartiere e lasciarsi trasportare nella sua atmosfera. 

Uno dei luoghi principali della zona è Plaza Santa Ana, punto di ritrovo per gli abitanti e molto frequentata durante la sera e la notte anche per la presenza di numerosi locali. In questa piazza ci sono due statue una dedicata al drammaturgo Calderón de la Barca e l’altra al poeta Federico García Lorca. Inoltre, qui si affaccia anche il Teatro Spagnolo, il più antico di Madrid e uno dei più importanti riferimenti per l’arte performativa in città. 

Gli altri teatri presenti in quest’area sono: Teatro Regina Vittoria, decorato con vetrate colorate e mosaici, e il Teatro Monumentale, sede dell’Orchestra della Radio Televisione Spagnola dal 1988, rinomato per la qualità acustica. 

Merita di essere visitata la Casa Museo de Lope de Vega, vengono organizzate visite guidate da prenotare in anticipo. Si tratta di una tipica casa castigliana d’epoca che mantiene le caratteristiche principali nonostante abbia subito qualche trasformazione nel tempo. Invece, le spoglie di Lope de Vega sono conservate nella Chiesa di San Sebastián, che si trova in Calle de Atocha, anche questa tappa obbligata soprattutto per gli amanti della letteratura. 

Section1-image1
Section1-image2

A pochi passi da questo quartiere ci sono due dei musei più iconici di Madrid: il Museo Nacional del Prado, una delle pinacoteche più importanti al mondo, e il Museo Thyssen-Bornemisza, che accoglie pittori spagnoli e internazionali. Entrambi si trovano nella via Paseo del Prado poco distante da Puerta del Sol, un’altra piazza importante della città. 

Una presenza importante a Barrio de las Letras è l’Ateneo di Madrid, la più importante istituzione culturale privata, fu fondato nel 1835 come luogo di discussione e di libera espressione di arte e idee. Fa parte di un complesso architettonico che è entrato nel catalogo dei Beni di Interesse Culturale e Patrimonio storico di Madrid. 

Infine, una strada bizzarra in cui passare è Calle de Álvarez Gato caratterizzata dalla presenza di specchi concavi o convessi che deformano le figure e distorcono la realtà. Questa strada diventa ambientazione dell’evento annuale Max Estrella Night che fa parte di La Noche de los Teatros. 

Dove mangiare e bere

Ad arricchire il Barrio de las Letras sono i suoi bar, ristoranti e dehors che rendono il quartiere un posto perfetto per sedersi al sole e rilassarsi mentre si mangia o si beve qualcosa. 

Per esempio, in Plaza Santa Ana ci sono una serie di locali con proposte dalla colazione alla cena e anche oltre. Sarà piacevole trascorrere qui una pausa al volo o tutta una serata e godersi il via vai di abitanti e turisti. Tra i locali più gettonati dalla piazza c’è la Cerveceria Alemana che, nonostante il nome, è una tipica birreria madrilena. Oppure Tapa Tapa Santa Ana, che propone tapas tradizionali accanto ad altre proposte più originali che vedono anche un mix di cucine e sapori, come il sesamo e la soia.  

Se stai cercando i luoghi più tradizionali del quartiere devi sicuramente dirigerti nelle taverne centenarie che servono le migliori tapas del Barrio de las Letras. Questi locali legati a un tempo passato si integrano perfettamente con i ristoranti più innovativi e regalano al quartiere il fascino che lo contraddistingue. 

Section2-image1
Section2-image2

Vediamo i nomi di alcuni ristoranti tradizionali: la Taberna Los Gatos, che propone ricette popolari, come le classiche papas bravas (cioè le patate alla brava) o il panino con i calamari. La Platería, uno dei bar di tapas più famosi che offre anche una terrazza che si affaccia sul Paseo del Prado. Taberna La Fragua de Vulcano, un locale informale con proposte di prosciutto, formaggio e crocchette dai sapori tipici. Da citare anche Casa Gonzalez, un bar e ristorante che assomiglia ad un vecchio negozio con un bancone dedicato a salumi e formaggi. 

Sono tutte soluzioni perfette anche per fare un ottimo aperitivo in stile spagnolo! 

Quale consiglio su dove mangiare la paella? Eccoli: Taberna el Sur de Huertas, El Caldero, specializzato nella cucina della zona della Murcia, El Barril de las Letras, questo è proprio un ristorante di pesce dallo stile elegante e un po’ retrò. 

Quando scende la notte non mancano le occasioni di musica dal vivo o dj set. Il Café Central, per esempio, è famoso per le serate jazz, oppure La Fidula per musica d’autore e il tablao Cardamomo per un drink a ritmo di flamenco. 

Section3-image1

Dove fare shopping

Lo shopping nel quartiere Las Letras è molto piacevole perché le vie pedonali o a traffico limitato consentono di passeggiare rilassati guardando le vetrine di attività commerciali o di affascinanti gallerie d’arte. 

I negozi che trovi in questo quartiere sono soprattutto di oggetti decorativi e di antiquariato, non mancano le opzioni di vintage e le librerie. Si possono trovare opere di grandi scrittori sia antichi che moderni perché anche le attività commerciali risentono positivamente dell’impronta artistico-letteraria di questa zona. Tra le librerie da non perdere ci sono: Desnivel, riferimento per gli amanti della montagna, Crazy Mary, luogo accogliente e di incontro per gli amanti della letteratura, e Libreria Iberoamericana specializzata per ispanisti e latinoamericani. 

Famoso in questo quartiere è il Mercato delle Rane (Mercado de las Ranas), bancarelle in strada ogni primo sabato del mese. Sono i negozi che espongono lungo le vie i propri prodotti e, in queste occasioni, vengono organizzati anche eventi e laboratori. 

Nella zona si trovano anche più tradizionali negozi di abbigliamento, scarpe, accessori, gioielli, articoli per la casa e di servizi utili, come le farmacie. Ci sono anche mercati e supermercati classici dove acquistare prodotti alimentari freschi e confezionati, enoteche, botteghe e negozi con varie proposte gastronomiche. 

Section3-image2

Qualche domanda

Hai altre domande?

I quartieri di Madrid

Barrio Salamanca

Banner-banner

La Latina

Banner-banner

Malasaña

Banner-banner

Barrio Chueca

Banner-banner

Paseo de la Castellana

Banner-banner

Lavapiés

Banner-banner

Calle de Santa Isabel

Banner-banner

Entrevías

Banner-banner

Los Bulevares

Banner-banner