Questo sito web utilizza cookie, anche di terze parti, e social plugin per migliorare l'esperienza dell'utente in conformità con l'informativa sulla privacy. Acconsenti a questo utilizzo?
DoveVivo

Chi siamo

Qualità, cura e sicurezza a inquilini e proprietari.

Il fuorisede cerca un letto con intelligenza (virtuale)

29 Agosto 2019

Il Venerdì di Repubblica

Il fuorisede cerca un letto con intelligenza (virtuale)


Settembre è arrivato e per molti studenti fuorisede sta per arrivare anche il momento più temuto: la ricerca di una stanza in affitto in una città universitaria.

Secondo un'indagine di SoloAffitti, nel 2019 la domanda è cresciuta del 6 per cento sul 2018. Milano è in cima alla top ten dei prezzi, con 575 euro per una singola, seguita da Roma (400) e Torino (360). Tra alloggi spacciati per "splendidi loft" e contratti in nero o perlomeno, "grigio scuro" (si calcola che oltre la metà del canone mensile non è dichiarato), per gli universitari la ricerca è spesso un percorso a ostacoli. Ma anche i proprietari hanno i loro guai: c'è l'inquilino che non paga l'affitto con puntualità, chi non lo paga proprio e chi fa imbestialire i vicini con feste fino a notte fonda. Difficoltà note a tutti: ecco perché online sono nati diversi servizi pensati proprio per risolverle. 

DoveVivo versa un canone mensile al proprietario e subaffitta a studenti o lavoratori, che pagano un canone comprensivo delle utenze. E questo dopo avere ristrutturato la casa. Lo staff del sito si occupa di tutto: ricerca dell'inquilino, parte contrattuale, manutenzione ordinaria e straordinaria. E se l'inquilino non paga, il proprietario è tutelato da una fideiussione. La società, nata a Milano, ha da poco ottenuto oltre 70 milioni di euro da linee di credito e fondi di investimento.

Un'altra piattaforma molto utilizzata a Roma e a Palermo (le due città dove al momento opera) è Sturent che, a differenza di DoveVivo, non prende la casa in affitto per poi subaffittarla ma fa incontrare domanda e offerta, non costa nulla per gli studenti degli atenei convenzionati e offre (come servizio aggiuntivo) assistenza burocratica e manutenzione dell'immobile. Poi c'è Badi, un'app per smartphone pensata per chi cerca il coinquilino ideale: sulla base delle informazioni inserite anche su altri social network, l'intelligenza artificiale propone una serie di potenziali compagni di stanza o di appartamento. In base alle scelte fatte, il robot ci capisce sempre un po' di più fino a suggerirci il compagno di stanza perfetto (almeno in teoria). Anche Badi garantisce un contratto in regola, con la possibilità di versare la caparra attraverso app e sbloccarla solo 48 ore dopo aver preso possesso della stanza.

 

Tutti i diritti di proprietà intellettuale sono riconducibili alla fonte indicata in testa alla pagina.

Il  Co-living, un cambio di paradigma
23 Novembre 2020
Pambianco Design

Il Co-living, un cambio di paradigma


Leggi tutto›
El gigante italiano del 'coliving' DoveVivo aterriza en España para liderar el mercado en 2021
2 Novembre 2020
idealista / news

El gigante italiano del 'coliving' DoveVivo aterriza en España para liderar el mercado en 2021


Leggi tutto›
Le Albere, consegnati 52 alloggi per studenti...
13 Ottobre 2020
Corriere del Trentino

Le Albere, consegnati 52 alloggi per studenti...


Leggi tutto›